Metodologia e tecnica della ricerca archeologica (i) (2005/2006)

Corso disattivato

Orario lezioni

Obiettivi formativi

possibilità, per lo studente, di orientarsi con piena consapevolezza nelle principali problematiche oggetto della ricerca archeologica.

Programma

Prerequisiti: conoscenze storiche e linguistiche generali.
Contenuto del corso: differentemente da altre discipline, come l'Archeologia e Storia dell'Arte Greca e Romana, la Paletnologia o l'Archeologia del Vicino Oriente, l'insegnamento concerne quegli aspetti metodologici e tecnici della disciplina comuni a chi si occupa di epoche o ambiti geografici diversi.
In quest'ottica, l'insegnamento prevede una parte generale, di tipo "diacronico", che offra agli studenti gli strumenti per orientarsi nelle principali problematiche oggetto della ricerca archeologica e un’altra, di tipo “monografico”, che quest’anno sarà dedicata al tema Navi, relitti, merci e scambi. Il corso si occuperà, in particolare, della problematica della circolazione, nel Mediterraneo, di idee, uomini e merci dal Neolitico fino all’età romana, indagando sia l’aspetto più “tecnico” dello studio e del recupero dei relitti e della ricostruzione delle antiche tecniche di navigazione, sia quello, di grande interesse, delle dinamiche storiche alla base degli scambi transmarini.
Del corso faranno parte anche seminari con studiosi che si sono occupati di queste tematiche e un viaggio di studio a Pisa e Ravenna dedicato alle tematiche trattate.
Testi di riferimento:
C. Renfrew, P. Bahn, Archeologia. Teorie-metodi-pratica, Zanichelli, Bologna 1995, pp. 151-412;
D. Manacorda, Prima lezione di archeologia, Laterza, Roma.Bari 2004;
A. Guidi, I metodi della ricerca archeologica, Laterza, Roma-Bari 2005.
Metodi didattici: lezioni frontali, esercitazioni pratiche e seminari.

Modalità d'esame

esame orale sui testi di riferimento e sulle lezioni di carattere “monografico”.