Turismo consapevole e valorizzazione territoriale nel Veronese: rapporto con gli itinerari di lunga percorrenza (continuazione, anno 2005)

Data inizio
1 settembre 2005
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Culture e Civiltà
Responsabili (o referenti locali)
Robiglio Claudia

Lo scorso anno la sottoscritta ha condotto una cospicua attività di ricerca inerente principalmente l'argomento proposto e di cui si riferisce più oltre. In questa domanda di prosecuzione si precisa che va completato l'aspetto relativo alla ristorazione e va controllata l'effettiva praticabilità dell'itinerario elaborato con ICT su di una lunghezza di 500 km. Vanno inoltre ulteriormente applicate nuove tecniche con uso di GPS, laser scanner, GIS ecc. Sono previsti anche approfondimenti con i raccordi con aree ad alta concentrazione edilizia, viaria e produttiva.
Si precisa dunque che nello scorso anno è stato fatto un approfondimento metodologico in tema di itinerari, agricoltura e patrimonio culturale. Si è evidenziato l’apporto dell’ICT e sono state prodotte applicazioni che fungessero da prototipi, in aree campione. E’ stato poi fatto un consistente lavoro di completamento dell’Itinerario adriatico individuato nella precedente ricerca MIUR (IVO+ vedi proposta 60% 2004). Il lavoro ultimato è stato presentato a Roma 4.5 luglio 2005 alla FAO con il seguente abstract:
"The diffusion of routes for tourism and culture requires an in depth field survey. There is a need to carry out such an analysis in order to gather relevant (valuable and well structured) knowledge and provide tourists/visitors with a number of indications to which refer when driving in areas not enough endowed with tourist traffic signals (often incoherent or simply nowhere to be found). With regard to the case of the Italian territory (and in particular the Adriatic part of the peninsula), the research team has developed and tested a methodology using Navteq maps available in internet. As a result a Long Distance Path of more than 500 km has been created (C. Robiglio, C. Martinelli & L. Rizzo, Methodologies to Trace Routes for Tourism and Culture, Main theme: 1 or 6)". Il materiale elaborato in tre lingue sarà presente in Francia in settembre alle Giornate della Geografia.

I componenti del gruppo di ricerca hanno fattivamente dato contributi con competenze complementari.



Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Collaboratori esterni

Laura Osmani
Indipendente
Raffaela Rizzo
Università di Trieste dottoranda

Attività

Strutture