Il mondo alpino nella prima età moderna: permanenze e trasformazioni

Starting date
October 1, 2010
Duration (months)
24
Managers or local contacts
Pastore Alessandro

La ricerca intende focalizzare alcuni momenti essenziali di trasformazione che emergono all’interno delle società e delle culture del mondo alpino dall’inizio dell’età moderna sino al Novecento. Le indagini documentarie, fondate sulla letteratura storica e sulle fonti d’archivio, cercheranno di mettere in particolare luce i seguenti punti nodali:
- il ruolo dell’identità confessionale nella costruzione delle differenze sociali;
- la caratterizzazione degli spazi delle frontiere territoriali e culturali e la difficoltà di tracciare linee nette di demarcazione naturale ed umana;
- gli aspetti di una complessa relazione fra differenti livelli di cultura e di alfabetizzazione;
- le forme in cui si esprime la conflittualità sociale nel contesto del mondo alpino;
- la relazione fra città e montagna in relazione alla nascita del fenomeno sociale e culturale dell’alpinismo, del turismo e dell’origine degli sport alpini.













Descrizione degli obiettivi del progetto di ricerca che si propone:

1. Rielaborazione e revisione del “paper” Shaping a Religious Migration. The Refugees from Valtellina after the “Sacro Macello” of 1620, presentato al convegno internazionale “EARLY MODERN MIGRATIONS. EXILES, EXPULSIONS AND RELIGIOUS REFUGEES. 1400-1700” (University of Toronto, 19-21 aprile 2012) in vista di una pubblicazione.
2. Ampliamento dei temi già presentati e discussi nel saggio dal titolo Guerrieri della fede sulle Alpi. Missioni di frontiera, secoli XVI-XVII, edito nel volume La fede degli italiani. Per Adriano Prosperi, vol. I, Pisa, edizioni della Normale, 2011.
3. Consulenza scientifica per la mostra CAI 150° (Torino, Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi”, maggio 2013)
4. Progetto e cura editoriale (con l’arch. Aldo Audisio) del volume CAI 150. Il Club Alpino Italiano nella società e nella cultura italiana.






Sponsors:

Funds: assigned and managed by the department

Project participants

Activities

Research facilities