Teatri di narrazione in Italia tra XX e XXI secolo

Data inizio
1 ottobre 2021
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Culture e Civiltà
Responsabili (o referenti locali)
Brunetti Simona

Il progetto intende studiare l’affermazione nel nostro paese di modalità teatrali di successo legate alla narrazione in scena. Da un lato, ci si propone di indagare sia il processo di rivincita del racconto sull’azione nelle rappresentazioni tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, sia di illustrare il punto di svolta costituito in Italia dallo spettacolo Mistero buffo (1969) di Dario Fo e Franca Rame, nonché l'elaborazione in nuce, proposta da artisti del calibro di Lella Costa, Moni Ovadia e Mimmo Cuticchio, di quanto sarà poi definito Teatro di narrazione. Dall'altro, si vuole analizzare gli spettacoli più significativi del genere realizzati da artisti come Marco Baliani, Marco Paolini, Laura Curino, Giuliana Musso, Davide Enia, Ascanio Celestini, Marta Cuscunà, Simone Cristicchi tra gli anni Novanta del Novecento sino al secondo decennio del ventunesimo secolo, ponendo l’accento soprattutto sulle evoluzioni tipologiche determinatesi da una generazione all’altra tra affabulazione, inchiesta e impegno civile.

Partecipanti al progetto

Simona Brunetti
Professore associato
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Discipline dello Spettacolo
Visual and performing arts, design, arts-based research

Attività

Strutture